Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più clicca su “Maggiori Informazioni"

speakitalianinrome

Apprendere la lingua italiana a Roma

Ancora siamo tutti imbacuccati!! Il freddo da noi sembra non finire:  secondo quanto ci racconta la tradizione e, purtroppo, ci fa vivere il meteo, il peggio dovrebbe ancora arrivare: siamo infatti nei pressi dei cosiddetti giorni della merla, gli ultimi tre di gennaio, che di solito si rivelano i più gelidi dell’anno.
Ma da cosa deriva questa espressione? Tra le spiegazioni, quella più accreditata è una leggenda, che, alla maniera di Esopo, narra della ‘sfida’ tra una merla e Gennaio. All’epoca la merla era totalmente bianca e il mese di Gennaio contava solo 28 giorni. Quest’ultimo continuava a spargere neve ogni volta che l’uccello usciva dal nido per il cibo e così, stanca delle angherie, un anno il volatile decise di fare grandi provviste e di restare rintanata per tutto il mese. Allora Gennaio decise di vendicarsi! Chiese tre giorni a febbraio, che allora ne aveva 31 e quando  la merla uscì dal nido credendo che Gennaio fosse finito, ci si ritrovò ancora dentro e un’ondata di vento gelato l’agghiacciò. La merla si salvò solo rifugiandosi per tre giorni in un camino, ma quando uscì, le sue penne erano diventate nere per fumo e fuliggine … e, altro cambiamento: da quel momento Gennaio ha avuto 31 giorni.
Un’altra versione, invece, meno poeticamente, riporta la locuzione ad un avvenimento storico che vede un esercito dover fare passare un cannone, chiamato ‘Merla’, oltre il Po. Per farlo, l’armata attese i giorni più freddi, in modo da poter trascinare l’artiglieria facilmente sopra le acque ghiacciate. Questi giorni furono proprio gli ultimi di Gennaio, da cui la definizione di giorni della merla. Quale delle due versioni vi piace di più?
Carmela Marocchini

Alcuni significati
Imbacuccato (aggettivo), ben coperto di abiti
Merla  (sostantivo femm.) la femmina del merlo
Angheria (sostantivo femm.), fastidio, molestia, dispetto
Volatile (sostantivo masch.), uccello
Agghiacciare (verbo), assiderare, ghiacciare
Fuliggine (sostantivo femm.), emissione prodotta dal carbone
Locuzione (sostantivo femm.), espressione
Armata (sostantivo femm.), esercito
Artiglieria (sostantivo femm.), il  complesso delle armi